Acli sede provinciale di perugia

Rappresentante legale: alessandro moretti

Categoria: ambiente | Nov 10, 2021



Descrizione breve: Attività di sensibilizzazione alla riduzione del consumo di plastica, coinvolgendo e sensibilizzando i cittadini nelle azioni di tutela dell’ambiente, presso il Parco Agrosolidale Urbano di Montemorcino a Perugia (PG). In un tesoro verde della città, ogni persona potrà portare un sacchetto pieno di plastica. Ma cosa riceverà in cambio?



Descrizione completa: Le attività di progetto verranno principalmente realizzate all’interno del Parco Agrosolidale Urbano di Montemorcino, un contesto agricolo urbano nelle vicinanze del centro storico del Comune di Perugia, che comprende circa ventidue ettari di terra, in cui sono state realizzate e sono tutt’ora attive diverse progettualità di agricoltura con un forte impatto sociale. Le Acli Provinciali di Perugia negli scorsi anni hanno attuato presso il Parco diversi progetti di Agricoltura Sociale finanziati dalla Regione Umbria che hanno portato sempre più realtà associazionistiche, istituzionali e scolastiche a partecipare alle nostre attività dirette a favorire la formazione integrale delle nuove generazioni sulle tematiche ambientali, promuovere e diffondere l’agricoltura sostenibile, favorire la cittadinanza attiva in termini di partecipazione e inclusione sociale. In nostro intento è quello riproporre alla cittadinanza perugina un’attività svoltasi in occasione del progetto Innesti, dalle nostre Acli, visti i grandi risultati raggiunti: sono stati coinvolti più di 100 cittadini che hanno partecipato singolarmente e più di 100 minori che hanno sposato la causa assieme agli istituti scolastici di appartenenza. Il nostro progetto #piantalaconlaplastica, in collaborazione con GESENU spa di Perugia, e col sostegno delle amministrazioni locali, chiede semplicemente ai cittadini di recarsi presso la sede del Parco Agrosolidale di Montemorcino con un sacco pieno di plastica per ricevere in cambio delle piccole piante orticole prodotte durante le attività di agricoltura solidale. Questa semplice iniziativa ci permette tuttavia di stimolare attivamente i cittadini anzitutto parlando loro dell’importanza di strutturare una filiera di produzione interurbana e plastic free di prodotti biologici e naturali al 100% e delle possibilità di riuso o riciclo consapevole dei rifiuti a base di plastica. Gli operatori del progetto inoltre si impegneranno a mantenere pulita l’area del Parco per permettere ai cittadini di riappropriarsi dei propri spazi verdi urbani, garantendo lo sviluppo e il sostegno di pratiche rispettose dell’ambiente. I principali costi di progetto, oltre quelli di comunicazione e pubblicizzazione delle attività, sono rappresentati dalle spese di produzione delle piante orticole che vedono coinvolti principalmente cittadini in stato di fragilirà o esclusione sociale, cittadini stranieri o persone con disabilità.

http://www.acliperugia.it/acli/piantala-con-la-plastica/#:~:text=%23piantalaconlaplastica&text=Attraverso%20la%20campagna%20si%20vuole,a%20modelli%20di%20economia%20solidale.