area onlus

Rappresentante legale: giovanna recchi

Categoria: sociale | Sep 16, 2020



Descrizione breve: Better together, progetto realizzato per accompagnare, sostenere e supportare i nostri bambini con disabilità e le loro famiglie nel delicato e complesso periodo di emergenza sanitaria, per prevenire l’insorgere o il cronicizzarsi di situazioni di disagio emotivo e relazionale



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

1032 voti raggiunti

Descrizione completa: Better together è un insieme integrato di interventi di supporto destinati a bambini con disabilità e ai loro familiari, nato per arginare i sentimenti di solitudine attivati dalla pandemia e permettere loro di sperimentare una separazione e non un abbandono. La condizione di questi bambini, spesso già segnata da emarginazione ed esclusione sociale, ha subito un drastico peggioramento per l’isolamento forzato e la sospensione della scuola. Le famiglie invece, private dell’importante funzione di alleggerimento svolta dalle attività ludiche ed educative, hanno visto crescere le incombenze di cura quotidiane e stressato una già delicata condizione psicologica. Sono state così sviluppate modalità di contatto e pensiero a distanza attraverso attività e momenti di supporto, ascolto e intrattenimento. Per i più piccoli un laboratorio di storytelling basato sulla lettura condivisa del libro senza parole “Chiuso per ferie” (Topipittori editore), che ha coinvolto 20 bambini (in 4 gruppi) per 10 incontri. L’uso di un silent book ha permesso ai lettori di “metterci le parole”, aprirsi alla condivisione e al racconto personale: i bambini, opportunamente stimolati, sono stati guidati nella costruzione di una storia (raccontata, disegnata, scritta) in cui esprimere le emozioni scatenate dal prolungato isolamento e dalla separazione dai compagni. Per i genitori invece, è stata attivata per 3 giorni a settimana durante tutta la quarantena una help line di supporto psicologico. Oltre 50 le famiglie che, trovatesi a vivere situazioni di ansia, paura e preoccupazione per la disabilità dei figli amplificate dall’isolamento, hanno richiesto aiuto e supporto. Gli interventi hanno permesso a piccoli e adulti di raccontare emozioni, timori e angosce che non avrebbero altrimenti trovato modo di esprimersi e che, accolte ed elaborate insieme agli psicologi che hanno condotto le attività, hanno consentito di prevenire l’insorgere o il cronicizzarsi di situazioni di disagio emotivo e relazionale.

http://

Condividi il progetto sui tuoi social