Puglia mia

Rappresentante legale: giovanna fioretti

Categoria: sociale | Nov 12, 2019



Descrizione breve: la diagnostica e l'archeometria per i beni culturali, uno strumento di ricostruzione storica. il caso del sito archeologico di s. maria veterana a triggiano (Bari)



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

355 voti raggiunti

Descrizione completa: TRIVIANUM è UN PROGETTO DI RICERCA, TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO-ARTISTICO E ARCHEOLOGICO DI TRIGGIANO (BARI), ideato da puglia mia in collaborazione con la fondazione pasquale battista (ente finanziatore) e l’associazione metropolis. Un focus della ricerca interessa il sito archeologico di S. Maria Veterana, costituito dai resti di una chiesa medievale (XI? Secolo) circondata da sepolcreti, corridoi e vani secondari realizzati e utilizzati fino alla fine del XIX sec, pertanto difficilmente databili. Nei mesi scorsi, insieme a docenti e ricercatori dell’Università degli Studi di Bari e dell’Università degli Studi di Pisa, sono stati realizzati studi diagnostici e archeometrici dei numerosi dipinti murali presenti nel sito, avvalendosi di tecniche di indagine diagnostica per lo studio compositivo chimico (SEM-EDS), mineralogico (XRD) e petrografico (microscopio ottico) degli strati pittorici e degli intonaci sottostanti. I risultati preliminari della ricerca hanno permesso di definire le principali fasi decorative del sito, individuando una intensa attività artistica nel XIV sec., l’uso di pigmenti preziosi e inusuali nel contesto locale, quali il rosso cinabro e il rosso orpimento, e l’adozione di tecniche pittoriche di elevata maestria artistica, quali l’uso del “verdaccio”, uno strato pittorico verde usato come sfondo per migliorare la resa cromatica degli incarnati. Un articolo scientifico inerente il lavoro svolto è stato già revisionato e accettato e sarà presto pubblicato su una rivista internazionale (Journal of Archaeological Science: Report) di una importante casa editrice (Elsevier). La mancanza di fonti scritte e indicatori cronologici rendono ancor più appassionante lA sfida per il futuro: integrare i risultati già ottenuti con quelli derivanti da indagini diagnostiche più approfondite e non invasive (Riflettografia IR e UV, Fluorescenza UV, Termografia) per poter finalmente ricostruire la storia del sito archeologico e di triggiano.

http://www.pugliamia.org

Condividi il progetto sui tuoi social