Jolly Roger

Rappresentante legale: Simone ricciatti

Categoria: sociale | Sep 9, 2019



Descrizione breve: E’ sotto gli occhi di tutti come gli episodi di molestia e violenza di genere si stiano diffondendo in maniera preoccupante anche in città che, come le nostre, sono sempre state considerate molto sicure. Il problema, come è noto, dipende da una serie di fattori (disagio psicologico, carenza educativa, povertà culturale) oggi sicuramente esacerbati dalle disgregazione dei nuclei di riferimento sociale (famiglie in primis) e dalla persistente crisi economica, sociale e occupazionale che ha portato tali violenze a manifestarsi soprattutto all’interno delle famiglie stesse. JR intende contribuire alla lotta a tali fenomeni attraverso la produzione di un percorso/spettacolo dedicato, da proporre nelle scuole ed in alcune ‘piazze’.



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

1 voto raggiunto

Descrizione completa: Il progetto prevede la diffusione presso sei scuole e diverse “piazze”, di uno spettacolo teatrale basato sulla rivisitazione in chiave ironica ed interattiva della favola di Cappuccetto Rosso. Una rivisitazione che, seppur in un contesto giocoso e divertente , tratterà il problema della violenza sulle donne in maniera concreta, diretta, incisiva e originale. Al fine di garantire l’avvio di una riflessione più approfondita sul tema, allo spettacolo seguirà sempre un dibattitto/confronto sullo spettacolo e sul tema trattato. Inoltre un quaderno di regia che, realizzato con la collaborazione di esperti, verrà distribuito al termine delle singole rappresentazioni con l’obiettivo di fornire spunti e suggerimenti per la realizzazione di attività educative volte alla promozione dell’uguaglianza di genere (da realizzare in famiglia, tra amici o a scuola) e contenente informazioni specifiche su come denunciare e contrastare i fenomeni di discriminazione e violenza sulle donne. Metodologie adottate Il raggiungimento degli obiettivi indicati verrà perseguito principalmente attraverso l’utilizzo di metodologie di tipo ludico, espressivo e teatrale; metodologie che prevederanno il coinvolgimento diretto delle ragazze e dei ragazzi presenti agli spettacoli attraverso brevi dibattiti, scenette interattive e simulazioni di gruppo. Vero e proprio kit didattico, il quaderno di regia promuoverà invece la realizzazione di un vero e proprio percorso educativo che, attraverso simulazioni, ricerche-azioni, lavori di gruppo, esercitazioni, giochi e casi stimolerà non solo i ragazzi e le ragazze ma anche genitori, insegnanti, educatori, all’adozione di atteggiamenti e comportamenti orientati al rispetto, alla valorizzazione delle diversità, all’uguaglianza, alle pari opportunità e al pari trattamento. Al termine del progetto, le famiglie che avranno dato il consenso, verranno ricontattate per valutare se e con che risultati hanno intrapreso il percorso proposto. Tipologia dei beneficiari (indicare la tipologia ed il numero dei soggetti direttamente interessati dai benefici generati) Ragazzi/e (in particolare fascia tra i 12 e i 17 anni). Si stima di coinvolgere circa 3000 ragazzi e ragazze nelle scuole e 10000 beneficiari indiretti (adulti di riferimento quali genitori, insegnanti etc, pubblico di riferimento delle ‘piazze’ dove verrà messo in scena lo spettacolo). Obiettivi, risultati attesi e impatto sul territorio Educare al rispetto: per la parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione. Obiettivo del progetto proposto è quello di informare e formare i ragazzi/e sul tema della violenza di genere e sensibilizzarli all’adozione di comportamenti basati sul rispetto di sè stessi e degli altri. A fronte del perpetrarsi di modelli culturali ed educativi basati sul pregiudizio sessuale e sulla visione della donna/principessa come soggetto debole che necessita dell’uomo/principe azzurro per emanciparsi, salvarsi e “vivere felice e contenta” (presente sin dall’infanzia in molte favole, cartoni animati e proposte per bambini, anche se fortunatamente sono stati fatti dei progressi in questo senso), JR intende contrastare sul nascere tali atteggiamenti comportamentali, reinterpretando una favola emblematica come quella di Cappuccetto Rosso (il lupo la inganna e la divora, dopo aver mangiato anche la nonna e senza il taglialegna nessuna delle due saprebbe salvarsi) e coinvolgendo direttamente le ragazze/i in un percorso di promozione dell’uguaglianza di genere che inevitabilmente coinvolgerà anche gli adulti loro vicini. Dal progetto ci si attendono i seguenti risultati: la promozione di un nuovo e precoce rispetto verso le donne, libero da pregiudizi sociali e da esprimere già a partire dall’adolescenza; l’avvio di una diversa, più diretta e approfondita riflessione intergenerazionale sul tema della violenza sulle donne che coinvolga famiglie, scuole e istituzioni; lo sviluppo di un percorso educativo su tale tema (che spesso, in quanto associato all’educazione sessuale, viene trattato superficialmente); l’avvio di un processo di revisione critica dei modelli educativi più rischiosi in termini di origine e rinforzo del pregiudizio di genere; il sostegno, la promozione e la creazione di nuove reti di scambio e di mutuo-aiuto dedicate alle ragazze. Area geografica di ricaduta Pesaro e Provincia

http://www.jollyrogercoop.it/

Condividi il progetto sui tuoi social