salute&benessere pisa

Rappresentante legale: duccio ghelardoni

Categoria: sociale | Nov 27, 2018

Descrizione breve: L’obiettivo prioritario del progetto è quello di promuovere l’educazione alle differenze, il contrasto degli stereotipi di genere, razziali, culturali e religiosi, l'omofobia e la violenza sulle donne. Particolare attenzione si vuole dare al tema della violenza vista a 360°, per cui è parso doveroso estendere il concetto di violenza a quel tipo di aggressività e “cattiveria” che si manifesta in rete: il cyber bullismo

IL TUO SOSTEGNO È IMPORTANTE

con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di crescere


5 voti raggiunti

Descrizione completa: educare alle differenze, contrastare gli stereotipi di genere, razziali, culturali e religiosi, l'omofobia e la violenza sulle donne. Particolare attenzione si vuole dare al cyber bullismo. Il progetto nasce dalla volontà di contrastare gli episodi di bullismo e cyber-bullismo, di omofobia, di violenza sule donne, le discriminazioni di razza e qualsiasi altra forma di violenza, soprattutto nelle fasce più deboli della società, ovvero quelle considerate più a rischio. Il fine è quello di favorire l'integrazione sociale e prevenire i fenomeni di devianza giovanile. La prevenzione della devianza e l’educazione alla legalità negli adolescenti e pre-adolescenti rappresenta una delle sfide più difficili degli ultimi anni, ma sicuramente più utile per formare quelli che saranno “gli uomini del futuro”. Si ritiene che il contesto scolastico sia il terreno ideale da coltivare, a supporto dei programmi didattici degli insegnanti negli istituti scolastici e degli studenti in qualità di soggetti del nostro futuro sociale. Lavoro con il gruppo classe: Organizzazione di numero 6 incontri della durata di 2 ore ciascuno con gli alunni (Sessualità e il valore delle differenze, Emozioni e sentimenti, I pericoli della rete) Attivazione di percorsi di sostegno psicologico. Lavoro con il corpo docente: 6 incontri di formazione della durata di 2 ore ciascuno. Lavoro con le famiglie: 6 incontri a cadenza mensile, della durata di 2 ore ciascuno e programmi di assistenza e sostegno. per tutti sportello di ascolto settimanale Risultati attesi: 1. Educare le giovani generazioni delle scuole medie ai valori della persona, ai sentimenti e al rispetto, per contrastare la violenza e l'intolleranza. 2. Agevolare il contatto con le altre culture ed etnie presenti sul nostro territorio. 3. Promuovere con gli studenti coinvolti il confronto, il dibattito e le discussioni offrendo la possibilità di riflessione, per agevolare la consapevolezza che il disagio può essere superato con relazioni aperte e proficue con tutti i soggetti della società e nella educazione e rispetto della persona e dei suoi sentimenti.

http://

CONDIVIDI IL PROGETTO SUI TUOI SOCIAL