SOS BAMBINO INTERNATION ADOPION ONLUS
Loreta Egles Bozzo

“Pediatri senza frontiere” è un progetto socio-sanitario per l’infanzia in condizioni disagiate. Forma gli specializzandi dominicani all’uso di pratiche, metodi e strumenti per le corrette diagnosi pediatriche nonché a effettuare cure mediche sui bambini orfani accolti in due créches haitiane.

Uno dei principi fondanti dello statuto di SOS Bambino International Adoption onlus è quello di operare per la tutela dell'infanzia in difficoltà. L’idea del progetto “Pediatri senza frontiere” è nata sulla base delle numerose esperienze vissute direttamente nei contesti territoriali e sociali oggetto di questo intervento (SOS Bambino, sulla base del principio di sussidiarietà dell’adozione internazionale stabilito dalla Convenzione dell’Aja del 29/5/1993, è stato accreditato come Ente autorizzato in materia di adozione internazionale nel 2011 presso la Repubblica Dominicana e nel 2012 presso Haiti). La presenza in loco ha permesso di avviare relazioni e collaborazioni con Istituzioni pubbliche e private, locali e straniere, in particolare con l’Universidad Tecnológica de Santiago UTESA, con sede a Santiago de los Caballeros in Repubblica Dominicana. L’Ente con “Pediatri senza frontiere” ha realizzato una missione sanitaria transfrontaliera per incidere sulle problematiche sanitarie dell’infanzia. Il team di specialisti è composto dal dott. Roberto dall’Amico Primario di Pediatria dell’A.A.S. n.5 di Pordenone, dall’ing. Marco Avaro, esperto tecnico protesista, del “Laboratorio Ortopedico Del Bene” di Trieste, un/a infermiere/a specializzato/a, identificato in loco e un supervisore delle attività progettuali dell’Ente. Inoltre il team è affiancato dal dott. Giovanni Patierno, Medico e Docente Universitario UTESA, per il coordinamento di alcune azioni specifiche: traduzione e interpretariato durante le attività nelle strutture sanitarie, verifica, monitoraggio e corretta installazione delle apparecchiature mediche donate; infatti, oltre alla formazione del personale medico locale, il progetto prevede l’acquisto di un apparecchio medico portatile (Ecografo SonoSite M-Turbo-C) e due incubatrici, destinate l’ospedale di CIBAO, per l’assistenza ai nati prematuri che, in assenza di tale apparecchiatura, purtroppo quasi sempre muoiono.

http://www.sosbambino.org/italiano/default.aspx

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL