Educatori senza Frontiere
Fabrizio Viola

Il Madagascar è dimenticato dalla comunità internazionale. Questo progetto mette al centro i bambini malgasci e le loro famiglie attraverso il lavoro degli insegnanti ed educatori . Apprendimento e gioco doposcuola ed educazione per le famiglie, formazione continua per gli insegnanti.

La scolarizzazione rappresenta un’immensa sfida per il Madagascar: oggi l’esclusione scolastica dall’insegnamento primario tocca più di un milione e mezzo di bambini nel Paese. Le principali cause sono la mancanza di risorse finanziarie, l’impiego dei bambini per le attività economiche, la situazione sanitaria, l’inadeguatezza dell’offerta educativa e la burocrazia. Fin dalla sua creazione, i bambini più vulnerabili sono al centro degli sforzi del Centro Ambalakilonga, che a Fianarantsoa, insieme alla “rete di protezione dei bambini”, lavora ogni giorno a sostegno dell’infanzia e dell’adolescenza. Le attività della scuola riguardano l’accompagnamento scolastico, la scuola per genitori, la formazione continua degli insegnanti. I 150 bambini di Ambalakilonga sono divisi in base all'età in tre classi, nel rispetto dei requisiti di legge L’obiettivo è quello di sviluppare le capacità motorie e intellettuali del bambino e prepararli all’ingresso nella scuola elementare. Il programma giornaliero è scandito in attività di apprendimento secondo i programmi ministeriali e gioco libero, oltre che igiene, educazione ambientale, attività ludico ricreative. Il sovraffollamento delle classi nella scuola pubblica con conseguente scarso rendimento ha portato a realizzare uno spazio di accompagnamento allo studio, per gli studenti che presentano difficoltà. Gli insegnanti della scuola afferiscono ad un progetto di formazione continua per l’aggiornamento professionale (normative, metodologie, didattica, ecc). Anche le famiglie attraverso un programma denominato “Ecole de parents” con la creazione di un punto di ascolto per le esigenze delle famiglie, corsi di alfabetizzazione in malgascio, microcredito, corsi di taglio e cucito, sessioni di educazione e sensibilizzazione diretti a facilitare il dialogo scuola-famiglia trovano attenzione. La scuola materna di Ambalakilonga, è diventata un importante punto di riferimento per i bambini dei villaggi locali e per le loro famiglie.

http://www.educatorisenzafrontiere.org

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL