ICARO 2000 COOPERATIVA SOCIALE
VITTORIA CESARI

Icaro 2000 è una cooperativa sociale Onlus che dal 1994 opera nel settore socio-educativo e che due anni fa ha fatto nascere il progetto di “miniBaskin: sport senza barriere” con lo scopo di diffondere una pratica sportiva con valenza socio-educativa e che rappresentasse il massimo dell’inclusione, della socializzazione e della coesione sociale. Se non sai cosa siano il terzo tempo, il pivot e un tiro da tre punti, non c’è problema: un coach e quattro educatori sono a disposizione con una super squadra di bambini e bambine, con e senza disabilità, pronti a farti conoscere e provare questa magnifica attività. All’interno della squadra tutti hanno un ruolo e tutti partecipano al gioco, contribuendo a far vincere la propria squadra. Baskin: molto più di un canestro!

Il progetto nasce per rispondere alla necessità territoriale di opportunità che possano avvicinare alla pratica sportiva e a stili di vita sani anche i ragazzi con disabilità e disagio psico-sociale. L’attività sportiva viene intesa come stimolo per un percorso educativo, di socializzazione e integrazione sociale, al fine di fare esperienze di vita salutare, tramite movimento e corretta alimentazione. Il Baskin realizza inclusione sociale e costituisce un momento di apprendimento, sviluppo di competenze, gratificazione per le persone con disabilità e non. Il progetto prevede degli allenamenti di Baskin* per bambini 6-16 anni, organizzati di sabato mattina presso una palestra comunale di Sesto S.G.. più un momento di merenda tutti insieme. Il Baskin è uno sport che garantisce massima accessibilità e integrazione, pensato affinché i ragazzi disabili - e non - possano giocare insieme nella stessa squadra (composta sia da maschi che da femmine); prende spunto dalla pallacanestro, della quale utilizza la struttura generale, ma ne cambia le regole in base ai vari tipi di disabilità presente. Tanto è che qualsiasi tipo di disabilità (purché consenta il tiro a canestro) può prendervi parte con compiti specifici e fondamentali per la determinazione del risultato finale. I beneficiari di questo percorso non sono solo i disabili a cui viene data la possibilità di svolgere un'attività sportiva, ma anche gli altri i ragazzi. Infatti da questa esperienza imparano ad inserirsi e ad organizzare un gruppo che conta al suo interno gradi di disabilità differenti. La metodologia utilizzata fa sì che il Baskin si sviluppi su due fronti e assuma due aspetti diversi ma complementari: • il primo riguarda la gestione degli allenamenti adattati in funzione del gioco e delle regole del Baskin, in cui tutti hanno un ruolo specifico e svolgono compiti di squadra; • il secondo aspetto riguarda l'ambito ludico-motorio e psicomotorio generale, atto allo sviluppo degli schemi motori e delle attività di base, utilizzando la pallacanestro e i suoi apprendimenti specifici; lavoro nel quale i ragazzi normodotati assumono quindi un ruolo molto importante durante il gioco, agendo da esempio, aiuto, collaborazione e stimolo. A Sesto San Giovanni è nata l’anno scorso la squadra di minibaskin dei Fireballs, composta da 26 bambini e bambine con e senza disabilità. Si allenano tutti i sabati dalle ore 10 alle ore 12 e da quest’anno hanno iniziato una serie di incontri/tornei con altre squadre di territori limitrofi con lo scopo di ampliare e diffondere sempre di più questa meravigliosa attività!

http://www.icaro2000.it/

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL